Home > Argomenti vari > Videoderive dell’arte

Videoderive dell’arte

25 Luglio 2008
Il museo di Villa dei Cedri di Bellinzona presenterà dal 5 al 31 agosto prossimo una mostra dal titolo Veideoderive dell’arte – Film dalla Videoteca del Museo. La mostra, curata dal regista e critico d’arte Adriano Kestenholz, propone una insolita presentazione di dieci film attinti alla ormai quasi ventennale collezione del museo. Ricontestualizzati entro lo spazio museale, questi film saranno presentati in proiezione continua come altrettanti quadri appesi alle pareti. La mostra presenta un altro approccio al cosiddetto film d’arte e nel contempo mira a ridefinirne lo statuto linguistico ed espressivo nell’ambito del panorama contemporaneo. Spesso votato a svolgere un ruolo subalterno nei confronti delle opere o degli artisti da cui prende le mosse, il cosiddetto flm d’arte, si presenta qui nel suo statuto autonomo quale film a soggetto artistico, sottratto al regime di comunicazione al quale solitamente è supposto appartenere. Quasi a dimostrare che è l’arte il miglior linguaggio per parlare dell’arte, i lavori in mostra (di Pierre Coulibeuf, Fabiola Giancotti, Villi Hermann, Adriano Kestenholz, Giorgio Patara, Thierry Zéno) si pongono a una distanza variabile, ciascuna volta singolare, nei confronti dei soggetti dai quali hanno preso le mosse, opere d’arte o artisti che siano. Con la mostra Videoderive dell’arte il museo si vuole anche come un luogo di verifica e di elaborazione del visibile (come una sorta di laboratorio) e non semplicemente come un luogo di conservazione e di raccolta. Con la mostra Videoderive dell’arte il Museo di Villa dei Cedri apre anche un suo canale video su YouTube: http://it.youtube.com/user/canalemuseo, dove saranno visibili alcune sequenze dei lavori in mostra e dove in futuro potranno essere postati e condivisi con altri utenti contributi video di vario genere inerenti al museo.
I commenti sono chiusi.